Smart Home sempre più diffusa nelle case americane

Smart Home

Smart Home, sta diventando un vero trend di mercato o siamo ancora lontani da una sua reale diffusione di massa? Icontrol Networks, società americana specializzata in servizi di sicurezza da remoto, ha provato a tirare le somme con una ricerca datata 2005. Il 2015 State … Report” ha interessato 1.600 persone di cui 1.000 residenti negli U.S.A. e 600 in Canada.
La prima indicazione molto chiara che arriva dal rapporto è che i consumatori cercano soluzioni semplici per risolvere i problemi di ogni giorno. Quindi non interessano soluzioni particolarmente ingegnose, ma risposte a esigenze della vita quotidiana. E in questo senso va anche rivista la ripartizione degli accessori che vengono ricercati da chi si avvicina al mondo Smart Home:
– il 72% per regolare i termostati a distanza
– il 71% per chiudere le porte da remoto
– 68% cerca delle soluzioni per gestire vari elettrodomestici
– 65% sia per chi cerca come regolare automaticamente la luce esterna, sia per chi vuole installare camere per il monitoraggio a distanza.

In ogni caso in generale è la sicurezza in cima ai pensieri di chi vuole investire in questi sistemi; il 90% degli intervistati ammette di aver pensato prima di tutto a questo tema quando si è avvicinato alle potenzialità di una Smart Home. Un altro grande tema che sembra ricevere un forte impulso dalla Smart Home è l’efficienza energetica; il 70% di chi ha partecipato al sondaggio, pensa che una casa realizzata con questi criteri possa avere dei diretti benefici anche in questo senso. Un’altra rilevazione piuttosto significativa è l’attenzione che gli utenti over 55 rivolgono al risparmio, mentre il giovani tra i 25 e i 34 anni credono che i maggiori benefici di una Smart Home arriveranno in termini di work-life balance.
E invece riguardo le preoccupazioni nell’abitare in una Smart Home? Il 71% degli intervistati si è detto preoccupato rispetto a dei potenziali furti d’informazioni o a degli accessi non voluti. Il 57% invece si dice ancora non convinto nella stabilità di funzionamento di questi dispositivi.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *