Pubblicità su Instagram: subito un grande successo

pubblicità su Instagram

Ottimo inizio per la pubblicità su Instagram: 200.000 inserzionisti hanno già utilizzato il servizio di foto sharing a cinque mesi dal lancio dell’offerta pubblicitaria

La pubblicità su Instagram tira; a cinque mesi dal lancio dell’offerta pubblicitaria sul servizio di fotografia di Facebook, sono già 200.000 gli advertisers che lo hanno scelto per aumentare la popolarità del loro brand. Tra le strategie messe in atto da Instagram in questo primo periodo ricordiamo l’apertura quasi simultanea in 200 paesi, la partnership marketing con decine di vendor di riferimento, l’introduzione di video adv più lunghi dei classici 15” dei pre-roll e i carousel-ads. Molto apprezzate da chi fa pubblicità altre opzioni come l’app-install, “Shop Now” e il classico bottone “Vuoi saperne di più”. Tutte queste funzionalità negli Stati Uniti hanno attratto grandi brands come Hollister, Taco Bell, Mercedes-Benz, ma anche delle startup come iCitizen e Chatbooks.
“L’avvicinarsi alla piattaforma di 200.000 inserzionisti riflette i mercati di intrattenimento, giochi, e-commerce, viaggi e beni di consumo, in pratica tutti i tipi di categorie merceologiche” osserva James Quarles, il direttore generale del business e brand development di Instagram.
Indubbiamente si sta rivelando anche molto vincente il fatto che chi setta una campagna su Facebook, viene incoraggiato ad estenderla su Instagram. Da Instagram fanno anche sapere che oltre il 75% delle campagne sono state acquistate fuori dagli Stati Uniti. A questo proposito viene citato il case di Rewe, la catena di supermercati tedesca che ha fatto girare su Instagram dei banner per spiegare a delle giovani madri quanto fosse semplice preparare dei pasti; un mix di foto sul cibo e di contenuti scritti in maniera simpatica, hanno alzato del 37% il richiamo sui banner pubblicitari.
“Stiamo monitorando molto attentamente i segnali che ci arrivano dalle prime campagne” continua Quarles “con un occhio particolare agli utenti che ci segnalano dei banner non rilevanti per i loro interessi. Noi crediamo fermamente che più i banner sono ben targetizzati, meglio riusciranno a performare.”
In una recente nota, eMarketer ha previsto che il 9,5% dei ricavati della pubblicità di Facebook, arriveranno da Instagram entro il 2016. Per il prossimo anno prevedono invece una quota in rialzo al 14%.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *