Programmatic adv: perchè continua a crescere?

programmatic adv

Programmatic adv, la crescita continua con un trend che di volta in volta supera le aspettative del mercato. Adexchanger ha provato a ragionare su quali possono essere le motivazioni di questa crescita inarrestabile.

Media planning completamente automatizzato
La gestione automatizzata del media planning sta dando risultati migliori di quelli che si possono ottenere con il planning più classico. I piani sono ormai generati analizzando nei dettagli i comportamenti degli utenti e ormai ci sono gli strumenti per conoscere le abitudini di migliaia di utenti e quindi deliverare la pubblicità più adatta. I piani media potranno cambiare in corsa adattandosi all’enorme mole di dati in ingresso, in questo modo si potrà arrivare al migliore ROI possibile per l’inserzionista.

Marketing One-to-One

Il futuro del programmatic adv è personale, connesso e significativo per i clienti. Creare un’audience continuamente ottimizzata grazie a dei sistemi automatizzati, è solo un aspetto delle diverse opportunità. L’altro aspetto può essere la possibilità di avere delle creatività personalizzate a seconda del profilo utente in modo da arrivare al massimo dell’efficacia. Oltre a riproporre degli articoli già visti, come succede ora, sfruttando i dati sulla navigazione e i dati geolocalizzati dell’utente, si potranno creare dei banner prevedendo quelle che possono essere le esigenze dell’utente.

Automatizzazione della reportistica

Tutti noi sappiamo quanto tempo ci richiedono i report sulle campagne. L’automatizzazione sui dati di analytics ci potrà togliere dalle ore trascorse su Excel e si arriverà ad una sempre maggiore determinazione i dati più rilevanti da estrapolare presentandoli in formati leggibili da tutti. I report diventano così alla portata di tutti e facilmente consultabili in ogni momento e non solo alla fine di complicate analisi.

Setup automatico delle campagne
Il futuro della pubblicità in programmatic, seguirà un’evoluzione simile a quella delle automobili. Inizialmente per mettere in moto la macchina si dovevano fare diverse operazioni, ora la messa in moto è immediata. Nel campo dell’adv non ci vorrà molto per arrivare a dei sistemi che determineranno il miglior modo per erogare una campagna e raggiungere gli obiettivi dell’advertiser. Se finora l’idea è stata quella di processi umani aiutati dalle macchine, il futuro ci riserva uno scenario opposto.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *