NFC: i prodotti parlano allo smartphone

 

supermarket-507295_640

LA NFC (Near Field Communication) è la tecnologia che la divisione digital di Leo Burnett ha scelto per far dialogare i prodotti direttamente dallo scaffale allo smartphone. La tecnologia NFC permette una connessione wireless tra cellulari e oggetti posti a pochi centimetri di distanza; con questa soluzione sviluppata dalla Thinfilm, i nostri telefonini riceveranno informazioni dai prodotti quando sono sullo scaffale, ma anche dopo l’acquisto.

Per esempio, se l’acquirente si porta a casa una bottiglia di un liquore, basterà che vi avvicini il telefono per ricevere contenuti specifici del prodotto come ingredienti, storia, statistiche o idee per il consumo in aperitivi o ricette gastronomiche. “Siamo interessati a fornire contenuti nel momento preciso in cui i compratori stanno decidendo l’acquisto” spiega Nick Jones exec VP-innovation di Leo Burnett/Arc “l’aspetto interessante di questo sistema è che per definizione non è invasivo perché l’utente deve aver deciso di fare “tap” sul prodotto e avvicinare lo smartphone per innescare lo scambio di informazioni. Ovviamente si può pensare ad utilizzarlo per buoni sconto esclusivi, ma le maggiori opportunità riguardano le forme creative che si possono immaginare per comunicare attorno al brand”.

Per ora la trasmissione di contenuti via NFC è limitata ai dispositivi Android abilitati all’NFC. I telefoni iOS per ora hanno questa funzionalità attiva solo per le transazioni d’acquisto con Apple Pay. Davor Sutija CEO di Thinfilm, osserva che la tecnologia può essere utilizzata anche per verificare l’autenticità di un prodotto. Il chip NFC può infatti aiutare l’acquirente a confrontare quello che vede sullo scaffale con il prodotto autentico ricevendo delle istruzioni precise su come valutare eventuali indizi di contraffazione. Sutija ricorda inoltre che “grazie allo scambio d’informazioni con l’utente, si può arrivare ad una fotografia molto precisa sulle attività generate dal prodotto. Grazie alla NFC gli acquirenti finiscono per popolare database che aiuteranno i responsabili marketing a capire i ritorni degli investimenti generati dalla comunicazione sul prodotto e a perfezionare i messaggi a seconda del targeting”.
L’accordo tra Leo Burnett e Thinfilm sarà annunciato in occasione del Mobile World Congress 2016 in programma a Barcellona dal 22 al 25 aprile.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *